mercoledì 20 febbraio 2019

AGR poetry slam 2019 - Recco (GE)

Signori e Signore,
22 FEBBRAIO
vi aspettiamo per una nuova edizione di Poetry Slam nel territorio recchelino.

Cos'è un poetry slam?
E' una gara di poesia orale:
otto poeti o poetesse si sfidano in una piccola ma efferata competizione dove sarà il pubblico a stabilire il poeta preferito, il vincitore.

Le regole sono pochissime:

►► 3 minuti di tempo per leggere una propria poesia
►► niente musica né oggetti di scena
►► il pubblico vota da 1 a 10

AGR Poetry slam fa parte del circuito LIPS - Lega Italiana Poetry Slam un vero e proprio campionato italiano.

La serata sarà condotta dai tre soci amici poetici Filippo Balestra, Andrea Fabiani e Marty Mollar!

Per informazioni o per partecipare, manda una mail con due tue poesie e una tua breve bio a associazionegiovanirecco@gmail.com o genovaslam@gmail.com.

Accorrete caldi per questa super garona di poesie!

martedì 19 febbraio 2019

lunedì 18 febbraio 2019

AUT AUT POETRY SLAM (GE)

Eccoci pronti per lo slam di febbraio.
Questa volta ospiti dei nostri amici dell'Aut Aut 357

Le regole sono quelle di sempre:

► dovete leggere testi vostri
► avete 3 minuti a testa
► no oggetti di scena, no costumi, no basi musicali

Ecco i nomi dei poeti che parteciperanno a questa grande slam:

Federico Balzarini
Gabriele Bonafoni
Jaime Andrés De Castro
Ginevra Pesenti
Enrico Pittaluga
Valentina Scripliuc
Cristian Kosmonavt Zinfolino


Maestri di cerimonia i grandi classici Filippo Balestra e Andrea Fabiani.

L'Aut Aut Poetry Slam fa parte del campionato italiano della LIPS - Lega Italiana Poetry Slam.
Il vincitore accede alla fase successiva della competizione.

Per partecipare inviate, entro le 23:59 del 9 febbraio, una mail con breve bio e una poesia a: genovaslam@gmail.com

mercoledì 6 febbraio 2019

Certi tipi di Laboratori nelle scuole

Adesso è la seconda volta che mi capita di andare in una scuola a fare l'insegnante di alcune cose e devo dire che mi pare venga bene.
Sono laboratori, sono workshop, sono giochi, sono esperimenti.
Parliamo di parola e di come la parola possa evocare e descrivere e costruire e inventare mondi. Parliamo di come la parola possa aiutarci a riconoscerci e riconoscere le proprie emozioni negli altri. Parliamo di empatia, immedesimazione e ascolto. Parliamo di come anche le parole semplici possano farsi portatrici di profondi significati. Giochiamo con la poetry slam leggendo ad alta voce e responsabilizzandoci nell'ascoltare e dunque valutare un compagno di classe.
Alla fine la parola che più viene nominata, durante questi laboratori, è la parola "parola".
E poi di solito mi piace leggere questa poesia di Alessandra Racca che, guarda caso, parla proprio di "parola" e si intitola: A me piacciono le parole

A me piacciono le parole

Delle parole mi piace tutto:
la buccia e la polpa
il dolce e l’amaro
mangiare parole altrui
cucinare con parole mie:
mi piace gustare parole-frutto.

Delle parole mi piace che son pezzettini
unirle in costruzioni
piccole, medie, grandi o leggere
mischiarle, creare case, città, 
aeroplani di parole:
mi piace giocare con parole-mattoncini.

Delle parole mi piace il rumore
mi piace quando gridano forte
o sussurrano piano,
con le parole puoi addormentare o svegliare
con le parole puoi suonare
le parole respirano:
mi piacciono le parole 
perché vanno a ritmo con il cuore.

Delle parole mi piace che possono dire
le storie di come siamo e di come siamo stati,
di come potremmo essere e di come non saremo mai,
creare mondi, fantasmi, misteri ed eroi:
mi piacciono le parole che sanno raccontare.

Delle parole mi piaci tu:
quando mi racconti e ti dici,
delle parole mi piaccio io:
quando dico il mondo a modo mio,
mi piace la compagnia di ogni nostra parola
che non mi fa sentire sola.

venerdì 1 febbraio 2019

Thomas Bernhard - Camminare (cosiddetto cosiddetto)

Poiché Karrer, in generale, dice Oehler, ha definito tutto sempre e solo come un Cosiddetto, non c'è nulla che non abbia definito un solo Cosiddetto, e la sua competenza, in questo, è arrivata a un incredibile rigore. Lui, Karrer, non aveva mai detto, dice Oehler - anche se poi in realtà l'ha detto molto spesso, e forse anche in parecchi casi di continuo, con quelle parole che di continuo si dicono e con quei concetti che di continuo si usano -, che si trattava di scienza, ma solo di cosiddetta scienza, non aveva mai detto che si trattava di arte, ma solo di cosiddetta arte, non di tecnica, ma solo di cosiddetta tecnica, non di malattia, ma solo di cosiddetta malattia, non di sapere, ma solo di cosiddetto sapere, e dato che ha sempre definito tutto sempre e solo come Cosiddetto, è riuscito a conseguire incredibili capacità e competenze e un'attendibilità senza uguali. Quando abbiamo a che fare con le persone, abbiamo a che fare solo con cosiddette persone, come quando abbiamo a che fare con i fatti, abbiamo a che fare solo con cosiddetti fatti, così come anche l'intera materia, poiché, come sappiamo, tutto deriva dalla mente umana e da nient'altro, se comprendiamo il concetto di sapere e lo accettiamo come concetto da noi compreso. A questo pensiamo di continuo e su questo fondamento e su nient'altro ininterrottamente fondiamo tutto. Che le cose e le cose in sé siano solo cosiddette, per essere precisi, così Karrer, cosiddette cosiddette, dice Oehler, si capisce da sé.

mercoledì 16 gennaio 2019

Minimo vol. 12

Omaggio al Movimento e a Victor Vasarely
Con il freddo torna lo spettacolo di arte varia che scuote, agita e riscalda gli animi della città di sotto. Esibisciti, costruisci, assisti, crea, condividi ... non troppo però, il minimo.

lunedì 7 gennaio 2019

Luzzati Open Mic, Giardini Luzzati ||GE|| Giovedì 10 gennaio

LUZZATI OPEN MIC è il primo open mic nel centro storico di Genova, coordinato e presentato da Filippo Balestra e Irene Lamponi! 🤩 Sostenuto dai Giardini Luzzati e in collaborazione con Genova Slam!❤️
************************
Sei un poeta? Un attore? Un musicista? Uno scrittore? Un visionario? O hai semplicemente voglia di dire la tua davanti ad un pubblico? LUZZATI OPEN MIC è il posto giusto per te!

Un giovedì al mese, dalle ore 20, i Giardini Luzzati diventano un palco aperto! Come ogni miglior OPEN MIC che si rispetti, ci sarà un meraviglioso palco, un microfono, la possibilità di attaccarsi con chitarra e basso, due presentatori, del cibo gustoso, bevande a volontà e un pubblico con cui confrontarsi!

L'OPEN MIC è una pratica già presente in altre città e funziona bene come terreno per creare collaborazioni tra artisti emergenti e non, e per dare voce all'underground creativo della città! Genova è una città con un sottobosco artistico molto forte ed è giunto il momento di dare un palco aperto a queste voci!
REGOLAMENTO: 🎶🎭🤹‍♂️🎤

• Ogni partecipante ha a disposizione 5 min (senza cronometro).

• È necessario prenotarsi a questa mail: genovaslam@gmail.com

Filippo Balestra organizzerà la scaletta e le iscrizioni! [Se non sei riuscito a prenotarti, passa pure alla serata per tempo e cerchiamo di inserirti comunque!]

• È necessario che le esibizioni si avvalgano del microfono, per cui se hai un pezzo musicale assicurati di usare anche il microfono per cantare o declamare dei versi!
MENÙ ad OFFERTA SPECIALE per il pubblico e FREE ENTRY! 🎉